STORIA DELL'ALLEVAMENTO

Nel 1989 acquistai un piccolo terreno nella prima periferia di Montecassiano, il paese delle Marche nel quale abito, iniziai a predisporre un orticello, delle recinzioni e dei ricoveri per ospitare degli animali. Mio suocero Vincenzo conosceva un commerciante di pecore, dal quale acquistammo quattro belli agnelli da sacrificare nella Pasqua del 1990. Erano tutti dei Fabrianesi puri, due maschi e due femmine, veramente delle belle bestie, che crebbero in fretta e senza alcuna difficoltà. Arrivò la Pasqua ed ad eccezione di un maschio, gli agnelli scamparono il pericolo, perché nel frattempo ci eravamo appassionati ed avevamo deciso di far partorire le pecore. Incominciò cosi il mio piccolo allevamento, dove tutte le femmine nate sono state destinate alla riproduzione. Dopo circa tre anni cambiai il maschio fabrianese, che nel frattempo aveva generato diverse figlie, con una maschio meticcio fabrianese per barbaresca molto imponente, dopo altri tre anni cambiai tale maschio con un maschio meticcio fabrianese per massese, dopo altri tre anni, oramai con un discreto numero di femmine meticcie fabrianesi a disposizione, ho inserito degli arieti esotici di razza suffolk di grande mole.

Ho per quattro anni preso le figlie di tali arieti, vendendo nel frattempo le originarie meticce fabrianesi, poi ho venduto anche gli arieti ed ho iniziato a meticciare i figli tra loro, ottenendo un gruppo di fattrici piuttosto omogeneo, di grossa mole, molto resistente alle malattie, rustico e perfettamente adattato all’ambiente marchigiano. Nel maggio del 2009 ebbi la fortuna di acquistare 11 agnelli di pecore di razza romanov, arrivate in Italia anni prima, ed allevate da una signora dell’Emilia, nel maggio 2010 altri 17 agnelli sempre nell’Emilia e nell’ottobre del 2010 riuscii invece ad acquistare dal un signore veneto un gruppo di romanov composto da 24 femmine e 5 arieti.

Ora l’allevamento possiede due gruppi di romanov ben distinti e tenuti separati, che non hanno parentela tra loro, dai quali allevare nei prossimi anni agnelli non in consanguineità, invertendo gli arieti dei due gruppi, destinati alla vendita per l’allevamento.

Inoltre, agli inizi del 2010 ho venduto i miei arieti e fatto si che nell’allevamento fossero presenti solo arieti romanov, che hanno provveduto a fecondare tutte le mie meticcie suffolk/fabrianesi, ai primi di febbraio del 2011 sono iniziate le nascite dei meticci di padre romanov, sono soggetti estremamente vigorosi, dopo pochi minuti dalla nascita sono già in piedi, pronti a ciucciare il latte dalla madre e a seguirla nei suoi spostamenti dal campo aperto sino al ricovero, camminando con le pecore adulte come se fossero nati già da una settimana. Se ciò che la letteratura in materia di pecore romanov in purezza ed in incrocio riporta è giusto, le agnelle di padre romanov nate quest’anno, come già detto molto vigorose e soprattutto strutturate molto meglio delle romanov, rassomigliando le stesse come massa corporea alle madri che sono pecore di grande mole, dal peso a volte doppio rispetto alle romanov, negli anni a venire, daranno una notevole quantità di figli, come le romanov in purezza ma di notevole struttura da destinare alla produzione di carne. In questo poco tempo che gestisco le romanov ho potuto constatare di persona, oltre alla loro capacità di partorire più di due figli a parto, la loro predisposizione all’accoppiamento, ho venduto a delle romanov i figli di circa un mese di vita, ho rimesso le madri nel branco, dopo due giorni sono state di nuovo fecondate dai maschi, cosa questa che nelle altre pecore non avevo mai riscontrato.
Per molti aspetti la romanov è una razza unica e molto particolare io la sto imparando a conoscere ed in questo sito seguiterò a raccontare le esperienze fatte e che farò nel futuro direttamente esprimendo le mie opinioni sul sistema migliore per allevare tale razza in purezza ed in incrocio.

Dicembre 2011:
Continua la mia avventura con le romanov, nel mese di giugno scorso ho acquistato due agnelli e quattro agnelle “francesi” figli di genitori provenienti direttamente dal centro francese ge.o.de, ora i gruppi di sangue ben distinti fra loro presenti nell’allevamento sono tre. Le figlie delle mie ex pecore da carne, nel frattempo vendute, sono cresciute, ora hanno 9 mesi di vita e sono tutte gravide, come le romanov pure sono state coperte dagli arieti romanov presto, a partire dai sei mesi di vita. Sono trenta e sono bellissime, molto più grandi e pesanti delle loro coetanee romanov pure, un po’ più corte delle loro madri suffolk/fabrianesi, ma molto rotonde e piene di carne nei punti giusti, adesso mi rimane soltanto di vedere quanti figli fanno e quante volte l’anno partoriscono, se le loro prestazioni si avvicineranno a quelle delle romanov pure, potrò dire senza presunzione di avere la migliore razza da carne Italiana e sicuramente inizierò l’opera di meticciamento delle figlie romanov al 50%. Anche le 42 fattrici romanov pure, presenti nel mio allevamento sono gravide ed inizieranno a partorire a partire dalla meta di dicembre, sono tutte in ottima salute, bene in carne e pronte ad allevare nel migliore dei modi la (spero) numerosa prole.

Ho eseguito delle foto nei giorni scorsi con le quali aggiornare il sito, ed altre ne eseguirò dopo i primi parti.

01/03/2012, i parti delle romanov stanno volgendo al termine, hanno partorito 35 romanov delle 40 presenti in allevamento, comprese tutte le primipare nate dalla fine di aprile ai primi di maggio del 2011,con la fisionomia ancora da agnelle, già mamme, sono rimaste un po’ indietro 5 adulte che hanno già partorito nei mesi di luglio-agosto del 2011. Il risultato è strabiliante, oltre le due romanov che hanno fatto 4 figli a testa e alle molte altre che ne hanno fatti 3, vedere correre per il prato 77 agnelli in piena salute figli di appena 35 pecore per una metà circa ancora agnelle, nati tutti senza problemi e tutti in vita è una cosa che va oltre le mie più rosee previsioni, consideravo come risultato positivo del parto invernale di crescere 60 figli per tutte le mie romanov, 5 debbono ancora partorire e sono già oltre il numero previsto di 17 agnelli e pensare che a parte le agnelle le altre hanno partorito anche nell’estate del 2011. Ieri inoltre l’ariete ha ricominciato la monta delle madri e quindi a luglio avrò nuovi parti, non mi sorprende che la gente sia incredula finché non vede con i propri occhi, sono incredulo anch’io, non mi sembra vero ciò che avviene nel mio allevamento, questa è una razza di pecore veramente unica al mondo, mi hanno partorito alla fine circa del 2010, alla metà circa del 2011, ai primi mesi del 2012 e partoriranno di nuovo nell’estate del 2012 e sono tutte in ottima salute, dimagriscono un po’ con l’allattamento ma dopo 2-3 mesi dal parto recuperano il peso in fretta e ( faccio gli scongiuri ) sembrano immuni dalle malattie. Hanno terminato il parto anche le meticcie di madre da carne e padre romanov anche qui il risultato è stato strabiliante, a meno di un anno di vita hanno partorito tutte e quasi tutte hanno fatto  due figli di primo parto, le stesse pertanto al prossimo parto dovrebbero dare i tre figli ed oltre come le romanov pure, sono curioso di vedere.

Venerdì 30 marzo, prima mattinata, sto osservando i “francesi” arrivati ieri sera, sono un ariete e tre pecore tutti di circa tre anni, provenienti da allevamenti francesi, marcati FR e certificati ARR/ARR, con altre due pecore, loro figlie di circa due anni  nate in Italia, che si vanno ad aggiungere alle altre figlie e arieti già in mio possesso e sempre figli del medesimo ariete francese e pecore consorti. Sono molto contento dell’acquisto fatto, oggi inserirò le foto dei nuovi arrivati sul sito, presto spero di poter entrare in possesso di un altro gruppo di agnelli maschi e femmine certificati ARR/ARR dando vita cosi ad un allevamento con soli arieti certificati ARR/ARR, sino ad arrivare ad avere certificato tutto l’allevamento, pur nella conservazione delle diverse molteplici linee di sangue che rappresentano una esclusiva unica del mio allevamento, della quale vado molto orgoglioso. Mi sposto nel recinto delle romanov con i figli che stanno crescendo in fretta, nonostante le  vendite il colpo d’occhio è ancora  impressionante, resto ogni volta colpito alla stessa maniera dei tanti visitatori dell’allevamento che dichiarano di non aver mai visto tanti figli in vita loro, (qualcuno pensa pure che i figli siano di molte più madri che io ho già venduto, me lo dicono con tono scherzoso ma lo pensano veramente). Sono anche curioso di vedere se si è trattato di un episodio o se quanto è avvenuto nel mio allevamento rappresenta la normalità per la razza romanov, per questo motivo aspetto con interesse il prossimo parto che avverrà a partire dal mese di luglio.

Giovedì 10 maggio, sto osservando il nuovo gruppo di romanov arrivato ieri composto da una femmina adulta marcata CZ e dai sei agnelli due dei quali maschi, appartengono al ceppo romanov della repubblica ceca e sono certificate ARR/ARR, il nuovo sangue si va ad aggiungere alla linea di sangue francese pure certificata ARR/ARR ed alle quattro linee di sangue russo già presenti nell’allevamento, un numero così alto di inee di sangue sicuramente è un’esclusiva unica del mio allevamento in campo nazionale e forse anche oltre, della quale sinceramente vado molto orgoglioso.

Sabato 26 maggio, pensavo non fosse rimasta gravida, invece si è incominciata a preparare e ne ha fatti quattro, al secondo parto, è la terza quest'anno, tutte e tre del ceppo di Ivan il Terribile, prese direttamente in Russia.

12 Luglio anche la selezione francese ne fa quattro, oggi FR34000000066, nata in Francia il 21.09.2009, ARR/ARR ne ha fatti 4, purtroppo tutti maschi, la figlia nata in Italia nei giorni scorsi ne ha fatti 3 al secondo parto, tutte femmine, due parti 7 figli, se procedono così il parto estivo vedrà nascere addirittura più figli del parto invernale.

21 agosto anche FR34000000005 ARR/ARR nata in Francia il 07.09.2009 ne ha fatti 4, due maschi e due femmine, è la seconda francese che ne fa quattro, non me l'aspettavo perchè è scritto dappertutto che le francesi del GE.O.DE sono state selezionate per farne al massimo tre, il padre è FR22500301152 nato in Francia il 25.08.2009 ARR/ARR, sino ad oggi 8 parti estivi 25 figli.

13 settembre, durante la mia assenza per vacanza anche IT048000319391, figlia di due francesi entrambi ARR/ARR, nata in Italia il 18.09.2011 ne ha fatti 4 al primo parto, tutti maschi, e uno purtroppo non ce la fatta, se fossi stato presente l'avrei potuto aiutare e l'esito sarebbe sicuramente stato diverso, mi è dispiaciuto perchè crescere quattro figli al primo parto penso che sarebbe stato un record, ho fatto comunque la foto anche se sono rimasti in tre.

22 settembre FR34000000066 è rimasta di nuovo gravida, mi sono accorto nel pomeriggio quando avevo deciso di fare una passeggiata salutare in campagna. Ha fatto 3 figli il 7 gennaio 2012 e 4 figli il 12 luglio 2012 tutti maschi purtroppo e adesso partorirà di nuovo verso metà febbraio. Se ne fa di nuovo 4 in 13 mesi mi darà 11 figli, più di quanti avessi potuto mai immaginare, seguito sinceramente a restare sorpreso e stupefatto anch'io.

29 settembre FR34000000005 con i suoi quattro figli nati il 21 agosto, pieni di salute, pronti per essere rimessi nel branco per il pascolo quotidiano.

3 ottobre IT035000004319 nata il 30.11.2006 della famiglia di Pietro il Grande ha fatto 3 figli, (quest’anno ha partorito anche l’1.02.2012), l’ho inserita per parlare dell’estrema facilità di parto di questa razza, vera e propria macchina da figli. Ha partorito in mia presenza, il terzo figlio era podalico e nonostante tutto ha partorito con estrema facilità anche le primipare, non ho mai dovuto aiutare una romanov a partorire e non ho mai perso un figlio durante il parto, situazione che purtroppo con le pecore che avevo prima si verificava periodicamente.

13 ottobre anche CZ000067632921 del gruppo ceco ARR/ARR ne ha fatti 3 padre francese FR22500301152 ARR/ARR. Nuova linea di sangue 50% ceco 50% francese.

16 ottobre ad oggi 23 parti invernali (compresi le primipare) 59 figli, per una media di 2,57.

23 ottobre le foto si riferiscono al figlio di Oronzo ariete romanov FR22500301152 ARR/ARR, IT048000316871 nato in Italia il 14.01.2011 che come già sostenni all'arrivo diventerà più imponente del padre, ci sono in vendita degli arieti di mesi 6-7 di vita pronti per la monta figli di FR22500301152, molto belli.

11 gennaio è arrivato il momento tanto atteso, il secondo parto delle meticcie romanov, ora ho la certezza che anche loro fanno dal secondo parto in poi tre o quattro figli come le romanov pure, figli più pesanti che arriveranno di sicuro a 30kg a 90 giorni di vita. Ora posso sostenere che la romanov è veramente un patrimonio dell’umanità, non capisco perché ad oggi non abbia ancora avuto il ruolo che le aspetta, forse perché in Italia si è badato più alla produzione del latte e dei suoi derivati e non alla carne, se avete degli amici che hanno delle pecore, fate loro un grande dono, un ariete romanov con il quale incrociare le loro pecore e ottenere meticcie da carne di alta prolificità, produttività e di gran valore, scoprendo ciò, vi saranno riconoscenti a vita. Penso proprio, che insieme alla iproduzione della romanov in purezza, incomincerò anche a cercare di fare un gruppo di pecore meticcie abbastanza omogeneo, e chissà se in futuro non si riusciranno a fissare i caratteri per la formazione di una nuova razza, al pari di ciò che hanno fatto i francesi con la Inra 401 (la romane). Le foto si riferiscono alla prima meticcia 50% romanov nata nel maggio 2011 (20 mesi di vita),  che l’11.01.2013 ha partorito 3 agnelli al secondo parto.

20 gennaio pensavo che tre fossero il massimo per una meticcia, sono stato smentito, sono arrivati questi quattro qui il 20.01.2013, sono tanti e sono anche belli tosti, andando avanti di questo passo, la romanov in purezza rischia di essere sostituita dalla sua meticcia, che derivando da razze da carne moderne per parte di madre produce agnelli più pesanti.

24 gennaio Non mi stanco mai di dire che l’ariete romanov va bene per ogni tipo di pecora perché i figli nascono piccoli e nascono senza problemi ed essendo piccoli la madre riesce a tenerli bene in grembo, dare alla romanov un ariete di un’altra razza da carne può significare mettere a repentaglio la vita dei figli e della madre. Così è stato per una romanov venduta da me ad un amico che non ha seguito questo consiglio, ha coperto la romanov con un bergamasco, la pecora ha partorito tre figli tutti morti, sicuramente prematuri, non riuscendo a tenerli perché troppo grandi, speriamo che si salvi almeno la madre e non vada incontro a qualche setticemia.
Altra raccomandazione evitare la consanguineità i figli nascono molto deboli e spesso non sopravvivono, a me è successo da principio quando avevo un solo gruppo di romanov, poi mi è successo di nuovo ora, con le francesi del geode, tra loro già aventi due nonni in comune (il maschio con le femmine), un figlio ha coperto alcune sorelle per sbaglio mio e i figli che mi stanno nascendo sono deboli e qualcuno non ce la fa.
Per fortuna ora le linee di sangue trovabili sono molte, sta a noi usare un po’ di attenzione per garantire a noi delle coppie non parenti tra loro e a chi viene a comprare qualche agnello non consanguineo.

8 febbraio posso considerare conclusi i parti delle meticcie al 50%  romanov, nove parti 22 figli, tutti in vita e tutti che crescono bene, nati tutti senza difficoltà, media vicina al 2.5 per pecora, quasi come le romanov pure, una pecora ha fatto 4 figli, tre pecore ne hanno fatti 3, quattro pecore ne hanno fatti 2 ed una ne ha fatto 1, e sono ancora agnelle, le foto si riferiscono alla prima uscita di una parte dei nuovi nati.

Incredibile, FR34000000005 si è ripetuta, dopo i quattro figli del 21 agosto scorso, oggi 7.03.2012 a distanza di poco più di sei mesi ha partorito di nuovo e ha fatto ancora quattro figli due maschi e due femmine, ieri sua sorella FR34000000098 ha fatto tre belli figli. Nei giorni scorsi altre due romanov mi hanno fatto i quattro figli una della famiglia di Pietro il Grande e un’altra della famiglia delle francesi ma nata in Italia, non l’ho inseriti perché i quattro figli oramai non fanno più notizia, però otto figli in poco più di sei mesi penso che sia proprio una cosa eccezionale, mi dispiace che non ho il tempo e gli spazi a sufficienza sennò terrei centinaia di queste pecore sia in purezza che in incrocio, perché credetemi per un allevatore sono proprio una soddisfazione. Mi sveglio la mattina con la smania di andare a vedere in campagna cosa ha portato la notte, e spesso ho delle piacevoli sorprese come oggi. Invito altri allevatori a pubblicare le loro foto di pecore che fanno 4 figli.

8.03.2013 Le sorprese non finiscono mai, IT048000319391 figlia di francesi nata in Italia il 18.09.2011, (18 mesi), ha partorito di nuovo ed ha fatto 3 figli, la cosa straordinaria è che al 13.09.2012 aveva già partorito 4 figli al primo parto, il 15.10.2012 era stata coperta dall'ariete ceco ed oggi dopo 143 giorni ha partorito, a distanza di 175 giorni, cioè meno di sei mesi, dal primo parto, aspetto la prossima sorpresa, arriveranno forse i 5 figli?

Oggi vi parlerò degli ottimi risultati che si ottengono con l’incrocio con la razza romanov, l’agnello fotografato nato il 06.01.2013,sinceramente quello che ha sviluppato di più, oggi 21.03.2013 è stato pesato a digiuno e ha dato il risultato di kg. 31. È figlio di una meticcia romanov al 50% coperta dall’ariete romanov puro, ceppo francese, il successo dell’incrocio però evidenzia il “difetto” della romanov in purezza, costituito dal poco peso  dei figli, per questo motivo ai tanti appassionati che mi chiedono le romanov per fare un allevamento da carne, io rispondo che la romanov in purezza va tenuta affinché questa meravigliosa razza si diffonda in tutta Italia, però per la produzione della carne è necessario ripiegare sulle meticcie, hanno quasi la stessa prolificità delle romanov ma i figli a parità di tempo sono molto più grandi, e hanno inoltre  la carne nei posti giusti, caratteristica ereditata  della razza da carne con la quale sono imparentati.

22.04.2013 Nuovo sangue: dando l’ariete Francese ARR/ARR alle femmine russe avevo ottenuto dei soggetti molto belli, questi però sono proprio eccezionali, padre Ceco ARR/ARR madri francesi ARR/ARR, sono pieni di vigore, cresciuti in fretta, cicciotti e di statura alta. Costituiscono una nuova linea di sangue, ancora sconosciuta in Italia, presente solo dall’amico Sergio che mi ha dato la linea ceca ed al quale ho dato la linea francese e la linea russa, e presente anche in Sardegna dal sig. Bonifacio che ha fatto un acquisto molto intelligente, prendendo da me le linee russe, la linea francese e la linea ceca ed essendo pertanto in futuro in grado di produrre queste nuove linee di sangue. Inserisco le foto fatte ieri dei figli ceco/francesi, nati a partire dal 10.02.2013, pronti per essere consegnati dalla metà di maggio in poi.

7.05.2013 Con le consegne di Arezzo e Sassari ho venduto tutte le meticcie romanov e le loro figlie, ora nell’allevamento ho soltanto le romanov pure, 60 fattrici più diversi arieti delle varie linee di sangue, oltre ai non so quanti figli che son nati e seguitano a nascere in continuazione. Non avevo spazio e necessariamente devo fare diversi gruppi per avere figli non consanguinei da consegnare agli appassionati. Mi è dispiaciuto molto perché la meticcia romanov rappresenta a mio avviso, di gran lunga, la migliore pecora da carne Italiana, grande statura, bella conformazione, grande prolificità, un parto ogni 7-8 mesi con la media di 2,5 figli a parto,( da me ottenuta nel gennaio 2013 ), grande capacità di allevare in maniera autonoma anche tre figli, grande vitalità e robustezza dei figli. Mi concentrerò sulla produzione di bei soggetti romanov che come ho affermato più volte devono essere, gli arieti, utilizzati per l’incrocio con pecore da carne per produrre la meticcia romanov, sola unica pecora che con la sua straordinaria produttività riesce a rendere redditizio anche l’allevamento della pecora da carne. Seguiterò comunque ad analizzare le performance delle mie ex meticcie restando in contatto con gli amici che le hanno acquistate.

31.05.2013 E' stato un viaggio faticoso, però la soddisfazione di aver introdotto la Romanov in Calabria ed in Sicilia mi ha ripagato in pieno, ho incontrato e conosciuto delle brave persone che ringrazio per aver creduto nel “progetto” Romanov, a loro ho fornito tutte le linee di sangue del mio allevamento, mettendoli in grado nel futuro di produrre dei figli non consanguinei da diffondere, magari anche restando in contatto tra loro per scambiarsi di tanto in tanto dei capi. Un ringraziamento particolare va a Francesco Rizzuti, il quale ha permesso, predisponendo una stalla di sosta nei presi di Cosenza, alle Romanov, di arrivare in Sicilia dopo due giorni di viaggio. Lo ringrazio anche per la sua squisita ospitalità che spero un giorno di poter ricambiare. Amici Siciliani e Calabresi, cercate di gestire bene i capi in vostro possesso e in pochi anni sarete in grado di soddisfare le richieste dei vostri conterranei, penso proprio che sarà molto difficile un’altra mia venuta dalle vostre parti. Allegherò nei prossimi giorni le foto scattate durante il traghettamento delle pecore sullo stretto di Messina.

17.06.2013 Il Servizio di Sanità Animale dell'Area Vasta 3 di Macerata, ha testato le romanov dell'allevamento, per la verifica della Brucellosi. Venti pecore figlie di genitori ARR/ARR, hanno effettuato anche il test sulla Screpie, in adesione al Piano Nazionale di Selezione Genetica degli Ovini per la Profilassi delle EST. Superato questo test sarà possibile aprire il libro genealogico della pecora di razza Romanov in Iitalia, dove chiunque superato il test sulla Screpie potrà in futuro inscrivere le sue Romanov, è un importante passo avanti verso il radicamento di questa speciale razza di pecora, in Italia.

Ricerca nuovo sangue: In Italia in questo momento girano linee di sangue russe, linee di sangue ceche e linee di sangue francesi. le linee di sangue francesi che io posseggo derivano tutte dagli allevamenti che hanno come primi numeri FR3400..., FR2250..., FR2000... MI risulta che in Italia anche gli altri allevatori di pecore di razza romanov del ceppo francese, abbiano i capi provenienti da questi tre allevamenti, cioè sembrerebbe che le linee di sangue francesi presenti in Italia siano soltanto tre, con la conseguenza che i capi tra loro sono tutti parenti. Per ovviare alla parentela io incrocio il sangue francese col sangue russo o quello ceco, però vorrei insistere nella mia ricerca e vorrei acquistare un altro ariete di sangue francese, che però non sia di una di queste tre linee di sangue e non abbia nessun parente appartenente ad una di queste tre linee di sangue, il costo non è un problema se ha le caratteristiche richieste, spero di ricevere notizie in breve.

Eccola qua, la mia idea fissa, la razza da carne ben strutturata e molto prolifica, io la volevo fare però già esiste è la SAEFTINGER (in foto), creata in Belgio intorno al 1986, con ariete Romanov e pecora Suffolk, se ne trovano pochissimi esemplari, però con un po’ di buona volontà la potremmo iniziare a produrre anche noi, di pecore Suffolk certificate ce ne sono molte in giro e gli arieti Romanov certificati non mancano, si fanno partorire, poi dopo il primo parto si inizia l’opera di meticciamento, potremmo chiamare il nuovo soggetto Ro.Su.  (Romanov x Suffolk)

Sono iniziati un po’ in anticipo i parti autunnali FR34000000067, femmina francese ARR/ARR, oggi 03.09.2013 ha fatto 4 bellissimi agnelli due maschi e due femmine, figli di Oronzo, è il secondo parto del 2013, il 19.01.2013 aveva fatto due bellissimi figli, se il buongiorno si vede dal mattino, penso proprio che sarà un autunno interessante, meglio così, ogni tanto qualche piccola soddisfazione serva a risollevare il morale.

27.01.2014 Quest’anno la media è un po’ bassa 25 parti finora 60 figli media 2,40 dei quali ben 35 maschi, l’anno scorso è andata meglio, ne debbono partorire ancora 9 speriamo bene, sennò le vendite saranno magre. Solo pochi di voi mi hanno comunicato i parti delle loro romanov, come sta andando?
FR34000000066 si è comportata bene anche quest’anno (hanno fatto 4 figli in 5 su 25)

31.01.2014 Figlia francese ARR/ARR nata in Italia, coperta da Gustavo l'ariete ceco, sant'Antonio l'ha voluta proteggere dopo averne fatti ben tre, non riusciva a fare il quarto, podalico e con le zampette girate verso la pancia, la fortuna ha voluto che fosse di giorno, mi sono fatto coraggio e l'ho tirato fuori io, dopo oltre due ore di travaglio era ancora vivo, una bella soddisfazione.

07.02.2014 Dopo tre parti in 21 mesi, le mie romanov si sono un po’ riposate e si sono prese circa 9 mesi per partorire di nuovo, sia qui da me che in giro per l’Italia dove le ho vendute, evidentemente hanno dei cicli che ogni tanto prevedono un periodo più lungo, per poi ricominciare; infatti ieri FR34000000066, femmina francese ARR/ARR, quella più scura, ha ripreso l’ariete ceco Gustavo, che l’ha seguita per due giorni, nonostante la presenza dei figli nati il giorno di Natale, praticamente è andata gravida 40 giorni dopo il parto.

18 .04.2014 Sono terminati i parti iniziati il 03.09.2013, ha partorito IT043000134098, la trentaquattresima fattrice, di padre francese e madre russa ed ha fatto al secondo parto 4 belli agnelli, purtroppo 3 maschi ed un'unica femmina.

20.04.2014 Con le Romanov non c'è un attimo di riposo, oggi nel giorno di Pasqua, a due giorni appena del termine dei parti, FR34000000067, la fattrice che aveva aperto i parti il 03.09.2013, ha ripartorito di nuovo, anche questa volta ne ha fatti quattro, tre maschi ed una femmina, purtroppo due maschietti al mattino l'ho trovati morti, ogni tanto capita, però il risultato finale è sempre strabiliante, non si fa in tempo a finire che subito si ricomincia.

25.05.2014 Eccezionale, se non fosse capitato a me non ci avrei assolutamente creduto, un’agnellina francese ARR/ARR figlia di Oronzo e di FR34000000067, nata il 03.09.2013, da un parto da quattro figli, ad appena 8 mesi e 22 giorni ha partorito una femminuccia con Gustavo l’ariete ceco, penso che sia un record, ha partorito in un periodo di tempo che per altre razze non è nemmeno sufficiente per restare gravide.

30.05.2014, oggi, al termine dei parti, come già d’accordo con l’Associazione Provinciale Allevatore di Macerata, ho depositato le schede ed i certificati delle romanov presenti nell’allevamento ed ho chiesto l’apertura del registro anagrafico, della razza, a Macerata, inoltre all’Asur di Macerata, ho chiesto il riconoscimento della qualifica di Livello 1 per il mio allevamento, visto che i capi presenti sono tutti ARR/ARR.

04.06.2014 Oronzo da me è stato un ariete meraviglioso, però non ho più le femmine per farlo incrociare, su 52 femmine  presenti  11 sono sue nipoti e 36 sono sue figlie, solo 5 non hanno con lui alcuna parentela. I suoi figli si sono diffusi  dall’Etna alle Alpi, ora andrà a diffondere i suoi geni all’estero. Debbo ancora abituarmi all’idea, però tutto sommato preferisco saperlo libero tra un branco di pecore che in casto isolamento come purtroppo, dopo le ultime nascite l’ho dovuto mettere io.

05.06.2014 Mi consolo della perdita di Oronzo con Umbertino, figlio di Oronzo e della pecora ARR/ARR Francese FR34000000067, nato il 03.09.2013, da un parto di 4 figli, diverrà un gran bello ariete, forse bello come il padre, ma mi accontenterei anche di un po’ meno, Oronzo è unico.

Il servizio veterinario della Asur di Macerata ha scelto il mio allevamento come stalla Sentinella, questo mi ha fatto molto  piacere, hanno iniziato a fare i controlli periodici e seguiteranno durante tutto l’anno senza soluzione di continuità, così sarà anche per gli anni a venire.

04.03.2015 I parti da 4 figli oramai non fanno più notizia, a gennaio FR34000000067 femmina francese del ge.o.de. ne ha fatti 5 dopo i due precedenti parti da 4, da me è stato il primo caso, però purtroppo ha partorito in nostra assenza e due non  ha fatto in tempo a spogliarli, sarebbe stata una bellissima foto, però è andata cosi, ora mi consolo con questa  agnella nata il 10/4/2014, che a 11 mesi di vita, ha partorito 4 agnelli tutti in vita e pieni di salute, la madre nata da me, ha sangue ceco, russo e francese nelle vene, il padre è l’ariete Pietromelo nato nell’allevamento del sig. Bavecchi, mentre facevo le foto col telefonino, ancora stentavo a crederci.

14.04.2015 Non ho resistito, sono troppo belle, padre romanov madre comisana, ne ho prese due, non avrei mai pensato che riuscisse così bene anche l'incrocio tra la romanov e una razza da latte come la comisana, dall'amico Arturo (tel. 338.4526268), proprietario del gregge delle comisane, vedere tutte queste agnelle è veramente uno spettacolo.

12.05.2015 Mi sono rimaste veramente poche pecore, devo per un pò di tempo scontentare qualcuno e tenerle per me. Il primo branco tutti capi arr/arr, è composto dall'ariete Ceco Gustavo, da 8 francesi figlie di Oronzo e consorti ex ge.o.de e da 3 ceche, con i figli del parto precedente, padre di tutti Pietromelo, tra i quali 12 femmine da allevare, Gustavo è un pò ingrassato, per eccessivo riposo, ora però tocca a lui, poi sarà sostituito nella linea ceca da un figlio della nuova linea ceca importata dall'amico Sergio Garnero dell'allevamento La Lusa di Sampeyre. Il secondo branco tutti capi arr/arr, è composto dall'ariete Sandrocchio, figlio di Oronzo e consorti ex ge.o.de e da 10 femmine nate in allevamento nel febbraio del 2014, figlie di Gustavo e delle francesi, con i figli del parto precedente, padre di tutti Pietromelo, tra i quali 8 femmine da allevare, Sandrocchio è sempre in splendida forma, l'ariete in assoluto più alto di tutti quelli passati nell'allevamento, quella attuale sarà l'ultima monta, verrà sostituito nella linea francese da un figlio di Pietromelo.

31.07.2015 Dopo diversi tentativi andati a vuoto, sono riuscito a far avere agli amici Lucani e Calabresi le tanto sospirate romanov, sono stati consegnati 16 capi, 6 maschi e 10 femmine di circa 5 mesi di età, tutti capi arr/arr, di due linee di sangue francese, Pietromelo e Oronzo e di una linea di sangue ceco, Gustavo, veramente dei bei soggetti, vaccinati e sverminati, pronti ad entrare in riproduzione per diffondere la razza romanov anche in quelle regioni.

21.09.2015 Dopo Oronzo e Pietromelo, hanno lasciato l'allevamento anche Gustavo e Sandrocchio, in allevamento ho la progeniedi tutti loro, adesso dovrò aspettare che crescano un pò per scegliere i migliori tre, uno per ogni linea di sangue, da destinare a futuri riproduttori per i prossimi anni, darò loro un nome e metterò le foto sul sito. Le persone hanno imparato a conoscere ed apprezzare questa straordinaria razza di pecore e le richieste, facendo passare in secondo piano l'aspetto eonomico, sono sempre più mirate ai capi migliori.

31.12.2015 Per il Natale mi sono fatto un regalo, ho certificato tutti i capi presenti in allevamento di oltre 6 mesi di vita, non certificati in precedenza, ho speso una fortuna, oltre 40 euro a capo, però la soddisfazione è grande, a seguire i risultati delle analisi per la genotipizzazione alla Screpie, capo per capo, sono risultati tutti ARR/ARR ad eccezione di due arieti adulti che hanno nelle vene il 25% di sangue russo, i restanti capi sono francesi, cechi o francesi e cechi mischiati tra loro.

12.02.2015 Allego la foto del certificato che attesta che il mio allevamento di Romanov in purezza è di LIVELLO 1, cioè tutti i capi presenti sono ARR/ARR, al momento ho due linee di sangue francese e due linee di sangue ceco, ho purtroppo dovuto abbandonare le linee di sangue russo perché nessun elemento era ARR/ARR.
Ora in allevamento ho 25 fattrici, 10 di un anno di vita, 10 di due anni e cinque più grandi di varia età, oltre a un ariete per ogni linea di sangue, cioè quattro, due di linee di sangue ceco e due di linee di sangue francese.

Tutti i capi presenti in allevamento ad eccezione di 2 femmine francesi di anni 5, che saranno in breve vendute SONO NATI IN AZIENDA.

19.02.2016 Curiosità:
Esaminando le foto di parti quadri gemellari mi accorsi che stavo guardando le mie pecore, anche se le foto erano state inserite da altro allevatore, che si faceva pubblicità con le mie pecore, quando in realtà non aveva mai avuto in azienda un parto quadri gemellare, disponendo anche di poche fattrici e di un solo ariete, con conseguente nascita e vendita per la riproduzione di agnelli consanguinei.
Digitando il nome del mio sito www.pecoreromanov.it, mi è comparso un altro sito con lo stesso nome con l’unica variante di avere al posto di it, com, di un piccolo allevatore che ha comprato dei capi anche da me, producendo romanov e meticcie romanov con pecore comuni.
Tutto ciò dimostra che la romanov sta muovendo  sotto l’aspetto economico l’interesse di molte persone che vedono quest’animale meraviglioso solo come una fonte di guadagno e offrono al mercato, più o meno consapevolmente, capi anche di scarso pregio e valore, non certificati e non certificabili arr/arr e spesso non puri al 100%, ma bensì frutto di ripetuti incroci con altre pecore, con la conseguenza che persone poco esperte che pensano che le pecore siano tutte uguali, si trovano a pagare pecore di scarso o addirittura dubbio valore al prezzo di una pecora sicura pura al 100% e certificata.
Come può difendersi l’acquirente dagli allevatori furbetti?  in un solo modo, comprando capi rigidamente certificati, nati in allevamenti con più linee di sangue e con soli capi certificati e puri al 100%, cioè un allevamento di LIVELLO 1. In Italia ci sono basta cercare un po’ di più, però conviene, non si investono in maniera errata dei soldi e non si va ad ingrossare le fila di coloro che producono ed immettono nel mercato casi di scarso valore e di dubbia purezza. Franco Iesciani

16.03.2016 Vi ricordate la pecorella che partorì nel tempo da record di 8 mesi e 22 giorni? Era poco più di una agnella, io pensavo che al pari delle altre razze la sua crescita fosse compromessa dal parto precoce, invece eccola qua in perfetta forma con i tre figli dell’ultimo parto del 13.03.2016, pesa oltre 70 kg. Altra straordinaria caratteristica di questa razza di pecore che non finisce mai di sorprendere.

31.05.2016 Ad oggi dei parti invernali sono rimaste da vendere 15 coppie; due linee di sangue francese e una linea di sangue ceco. A partire dal mese di novembre sarà in vendita anche la seconda linea di sangue ceco presente in allevamento. Tutti i capi sono ARR/ARR figli di genitori rigorosamente certificati.

07.06.2016 Ariete Radames IT043000160960 nato in data 01.03.2015 (appena 1 anno e 3 mesi), nuova linea di sangue ceco in produzione da circa un mese ARR/ARR, figlio dei genitori dei quali vengono allegati i certificati.

Ariete Giorgio Germont IT043000162456 nato in data 12.02.2015 (appena 1 anno e 4 mesi), linea di sangue francese in produzione da circa un mese ARR/ARR, figlio di Pietromelo (vedi certificato sotto) e madre figlia di Gustavo e figlia di una femmina francese figlia di Oronzo.

Sono disponibili n. 20 maschi da circa 4 mesi figli di Gustavo (ceco) e di Sandrocchio (francese). Tra questi saranno selezionati 2 maschi per la riproduzione del prossimo anno.

07.06.2016 Riassunto linee di sangue: 1° linea di sangue francese Oronzo, Sandrocchio e discendenti; 1° linea di sangue ceco Gustavo e discendenti; 2° linea di sangue francese Pietromelo e discendenti; 2° linea di sangue ceco Radames.

08.11.2016 Il Servizio Veterinario della ASUR di Macerata mi ha comunicato che è entrata in vigore la norma che gli arieti di allevamenti superiori a dieci pecore devono essere resistenti alla Scrapie e ciò ARR/ARR, gli altri sono da destinare al macello, quindi fate molta attenzione al momento dell'acquisto, acquistate solo roba certificata o meglio ancora acquistate da allevamenti LIVELLO 1, dove tutti i capi sono esclusivamente ARR/ARR e non si corre il rischio di prendere una fregatura.

18.11.2016 Le romanov grandi si preparano a partorire, mentre le agnelle lasciate per aumentare il numero di fattrici del gregge partoriranno a partire dal mese di febbraio 2017, sto un pò in pensiero perchè le dovrò far partorire su stalle occasionali, fredde e affollate, il sisma ha fatto crollare il solaio della stalla sita al piano terra della vecchia casa colonica e l'intero edificio è inagibile ed altamente pericoloso a rischio crollo, non avrò lo spazio per separare per un mesetto quelle, spero siano poche, che faranno i quattro figli, non so cosa fare. Con le agnelle che quest'anno ero riuscito a lasciarmi sono arrivato a 48 romanov, giovani molto belle e tutte ARR/ARR, più gli arieti che tengo per me, quattro, uno per ogni linea di sangue, gli altri giovani e meno giovani, sono all'aperto giorno e notte, si rifugiano sotto una capannetta di lamiera e sono a rischio attacco cani randagi e lupi che negli anni passati sono arrivati sin dalle mie parti. E' una situazione difficile, dovrò sicuramente prendere una decisione e fare qualcosa, forse sacrificare delle agnellone, per venderci insieme anche i maschi che sono i più disagiati.

 25.03.2017 Tempo fa un allevatore già possessore di pecore romanov, mi ha chiesto un ariete per inserire un nuovo sangue, ho chiesto cosa avesse, mi ha risposto che aveva capi puri arr/arr, figli di genitori certificati e che era in possesso dei certificati dei genitori dati dall’allevatore dal quale aveva comprato le sue romanov. Ho chiesto una copia dei suoi certificati per essere sicuro di dare una nuova linea di sangue, me li ha mandati e con sorpresa ho visto che si trattavano dei certificarti dei miei primi capi arr/arr, ho chiesto da chi aveva comprato, era un soggetto che non conoscevo e che non aveva comprato da me, pensando e ripensando, sono riuscito a capire cosa è successo, io per la gran passione che ho verso questa razza di pecore, inserisco sul mio sito tutto, anche i certificati dei singoli capi. Sicuramente qualcuno privo di scrupoli, li ha stampati, magari a colori e col formato originale e l’ha spacciati per suoi, rifilando al malcapitato magari dei capi non puri e certamente non arr/arr. Da un paio di anni con le romanov stanno succedendo cose brutte, mi dispiace molto, anche qui per molti l’interesse ha soffocato la passione nell’allevare questa meravigliosa razza di pecore. Ora allo sventurato ho chiesto di far esaminare i capi acquistati, speriamo che lo faccia, son sicuro che non risulteranno  arr/arr e forse non risulteranno neanche puri al 100%.

01.04.2017 Cavaradossi, ariete nato il 29/09/2015 in azienda, figlio di Sandrocchio, nipote quindi di Oronzo, figlio per parte di madre di una figlia di Gustavo ariete ceco, e di IT048000316875 pecora francese, quindi per il 75% di sangue francese, due linee e per il 25% di sangue ceco. Sarà destinato alla monta dopo i parti estivi-autunnali, ha l’altezza del padre Sandrocchio e le rotondità della linea ceca, ottimo esemplare, destinato soltanto a diventare ancor più bello e imponente, molto docile di carattere.

03.06.2017 Vi presento il branco principale, composto da 40 pecore romanov purissime e certificate metà di un anno e metà di due anni di vita, appena tosate, con i figli ancora non venduti, genitore di tutti l'ariete Radames, seconda linea di sangue ceca. Ora nel branco è presente dal mese di febbraio l'ariete Giorgio Germont, seconda linea di sangue francese, a luglio inizieranno le nascite estive.

Azienda Agricola

Per. Agrario Franco Iesciani
Via E. Berlinguer Montecassiano (MC) CAP 62010

Mobile: +39 338 3315297

Tel / Fax +39 0733 598340

E-mail: iesciani@libero.it

P.IVA 00303140438

 

Credits BIG TREE STUDIO